Glossario








1-2. Subito dopo la sala capitolare si apre un caratteristico corridoio di accesso ai giardini ed ai campi, chiamato auditorium, con le pareti in pietra e la volta ad intonaco. L'apertura, con arco a sesto acuto, è identica a quella del capitolo e leggermente rialzata. Il passaggio poggia al centro su due piedritti, con imposta ed arco a tutto sesto, e suddiviso nelle due sezioni da quattro archi, anch'essi a tutto sesto, sorretti da mensoline a piramide rovesciata.
A destra dell'auditorium ha inizio la scalinata per i dormitori dei coristi, con un ingresso incassato nel muro e leggermente strombato, realizzato con piedritti, mensole rotonde ed architrave monolitico che segue l'andatura dell'arco a tutto sesto ribassato.


"Ciascun monaco dorma in un letto separato, riceva l'occorrente per il letto conformemente all'uso monastico e secondo quanto dispone l'abate. Se è possibile dormano tutti in un solo ambiente."

San Benedetto, Regola, cap.22


Tutto il lato superiore dell'ala orientale del monastero, dalla sagrestia alla sala dei monaci, costituisce il dormitorio dei monaci; si accede a questo ambiente sia dal transetto destro della chiesa che dal chiostro. È formato, per lo più, da una grande sala rettangolare, spesso divisa da una serie di colonne, che ne scandiscono gli immensi spazi, con muri spessi, volte pesanti, finestre strette e rare: tutto per rendere meno freddo l'ambiente nel periodo invernale









L'Abbazia di Casamari